Tecniche di Qi Gong

Qi Gong dei sei suoni

La tecnica dei sei suoni è una delle tecniche maggiormente in uso in Cina. La sua nascita si attribuisce ai monaci taoisti più di 2000 anni fa. Per questo ci sono molti modi di eseguire tale tecnica. E’ una tecnica semplice da apprendere e molto efficacie. La respirazione addominale profonda necessaria all’emissione del suono viene unita al movimento, tutto guidato dall’intenzione. La tecnica permette di armonizzare il Qi degli organi ed i relativi canali energetici di scorrimento.

Lavaggio aureo dei midolli

E’ una tecnica che prevede movimenti e automassaggi abbinati alla respirazione e all’intenzione. Mira la sua attenzione alla parte più esterna del corpo i muscoli e le ossa, migliorando l’afflusso di Qi e di Sangue rendendo il corpo più flessibile. 

Otto Pezze di Broccato

Nel secondo anno di corso le lezioni si concentrano sulla tecnica denominata “gli Otto pezzi di broccato- Ba duan jin”.

La storia di questa tecnica è vecchia di almeno mille anni. Si compone di esercizi di uso comune e quotidiano per i cinesi ma anche conosciuti in occidente per la loro semplicità ed efficacia. La tecnica si divide in due scuole: la scuola del nord ha connotazione più marziale mentre quella del sud predilige la morbidezza e la fluidità, anche se lo scopo ultimo rimane sempre lo stesso: apportare benessere psicofisico all’individuo.

Gli esercizi che compongo questa tecnica sono otto e possono essere praticati sia uno per volta che tutti insieme, vengono chiamati otto pezzi di broccato poiché gli esercizi si intrecciano tra di loro come fossero dei fili di seta che vanno a formare una stoffa preziosa.

E’ considerata universalmente una tecnica completa da un punto di vista energetico in quanto consente di attivare sia i dodici canali principali che gli otto straordinari. Da un punto di vista fisico chi pratica gli esercizi quotidianamente ottiene una maggiore flessibilità articolare allungando muscoli e tendini.

Le mille mani di Buddha

Questa tecnica appartiene alla tradizione spirituale Buddista, ma può essere praticata da chi abbraccia qualsiasi religione. E’ una tecnica di Qi Gong meditativo, dove attraverso le mudra delle mani, l’intenzione e la respirazione, si crea uno stato di mente quieta e aperta.

Qi Gong per il nutrimento dell'utero

E’ una tecnica rivolta principalmente alle donne, e può essere praticata anche dalle donne in gravidanza per rafforzare il legame madre-bambino o dalle coppie che desiderano mettere su famiglia. E’ una tecnica statica che prevede automassaggi, meditazioni e suoni.

Qi Gong dei cinque animali

E’ una tecnica di Qi Gong dinamico, dove ci si immedesima nell’atteggiamento mentale dell’animale cogliendone la forza e le caratteristiche. E’ un esercizio amato anche ad i più giovani. Ogni animale: Tigre, Orso, Gru, Scimmia, Serpente è collegato al movimento energetico di un organo. Apportano benessere e dinamicità.

Zhineng Qi Gong

E ’una tecnica fondata dal Dott. Pan Ming negli anni ’80 che racchiude in se sia un esperienza del qi gong tradizionale sia la conoscenza dell’attuale medicina. Si dice che Pan Ming abbia avuto più di 19 maestri, e che unendo le tecniche apprese alle scienze moderne diede vita a questo nuovo modo di praticare il Qi Gong. Pengqiguandingfa: attraverso questa tecnica si entra in contatto con lo Hunyuanqi energia originaria dell’universo.

Le Camminate della Salute

La tecnica trae origine dalle camminate dei cinque animali, fu rielaborata dalla signora Gou Lin che a 40 anni sviluppò un tumore all’utero. Dopo l’operazione nel 1964 ebbe una ricaduta ma i medici non diedero molte speranze di vita. Gou Lin inizia a studiare su antichi testi di medicina cinese, alle quali associò le attuali conoscenze mediche sul rinnovamento cellulare. Inizia a praticare il suo “Nuovo Qi Gong” e la malattia svanisce entro pochi mesi. Negli anni ’80 quasi un milione di persone praticavano le camminate della salute nei parchi, nelle associazioni e negli ospedali.

Gioco Qi Gong

Un idea, che diventa un intenzione, un intenzione che prende forma e si manifesta nel Gioco Qi Gong.

Il progetto nasce dal desiderio di porre il bambino nella condizione naturale per stabile la migliore connessione tra se e la natura. Allo stesso modo il bambino crescendo tenderà a riprodurre gli stessi comportamenti armonici con il resto del mondo.

La Natura è una grande maestra e una mamma, capace di nutrire i propri figli attraverso i suoi elementi naturali, insegnando il rispetto ed il coraggio.  Il progetto si propone lo scopo di mantenere un naturale interscambio tra il bambino e il l’ambiente circostante, affinando le capacità di percezione dal piano fisico a quello emozionale.

Il Qi Gong è la disciplina più adatta a creare questo tipo di legame, e la sua capacità di unificare l’abilità corporea all’intenzione la rende unica nel suo genere.

La scienza sta studiando ormai da anni le capacità cerebrali e la neuroplasticità. Le scienze integrate sempre più fanno ritorno alla medicina tradizionale cinese. Il Gioco Qi Gong per le sue caratteristiche si presta meravigliosamente per lavorare sull’allineamento degli emisferi e per attivare i neuroni a specchio che sono fondamentali per l’apprendimento ed i moti empatici. Il Qi Gong quindi per coltivare le potenzialità del bambino, la motricità, le capacità di intenzione e cognitive e per armonizzare piccole disarmonie che si presentano sempre di più in età precoce, come il ritardo della fonetica e disturbi dell’attenzione.

Il progetto estende gli obiettivi di Kamala ai più piccoli, per Nutrire e Coltivare i bambini dando al pianeta la possibilità di un futuro migliore.

Progetto condotto da Laura Rubrianti e Daniela De Girolamo.

Taiji e Qi Gong per Bambini dai 6 ai 1 anni  

Il Taiji Quan è un arte marziale appartenente agli stili del Kung Fu, pone l’attenzione sul movimento interno del corpo, cioè sulla muscolatura interna, sviluppando un diverso uso della forza.

Il corso di taiji è destinato a bambini e alle bambine dai 6 ai 10 anni.

Il bambino durante l’apprendimento attraverso il gioco è portato ad aumentare la propriocezione cioè l’ascolto sul corpo, distinguendo il pieno dal vuoto, aumentando i tempi di attenzione e di intenzione nel movimento, sviluppando stabilità, equilibrio e memoria.

Il bambino imparerà attraverso l’uso del respiro a riacquistare e mantenere uno stato di calma e di rilassamento.

Sono previste piccole meditazioni, esercizi individuali, pratiche in coppia ed in gruppo, saranno date le spiegazioni delle pratiche marziali e ne faranno esperienza attraverso il gioco imparando il rispetto delle regole ed il rispetto verso i compagni.

A completamento del programma didattico sarà possibile sostenere esami per il riconoscimento dei gradi/ cinture riconosciuti dal Coni.

Contatti

Daniela De Girolamo

345 3836529

danielsun3@libero.it

  • Facebook App Icon

Disclaimer

Le indicazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto tra professionista della salute e paziente.