• Daniela De Girolamo

Battere il Tamburo Celeste


L’esercizio Battere l’occipite 36 volte, conosciuto più comunemente come "Battere il Tamburo Celeste", appartiene al gruppo di ventitré esercizi del "lavaggio aureo dei midolli”. La sua diffusione in occidente la dobbiamo principalmente al Dott. Ma Li Tang che ha codificato questa sequenza di esercizi dai più di cento praticati in Cina. Per la Medicina Tradizionale Cinese il midollo ha un’accezione più ampia rispetto al midollo osseo come noi lo conosciamo, comprende infatti il midollo spinale ed il cervello che è il Mare dei Midolli.

“Il Cervello è il mare del midollo” LS. Cap.33

Gli antichi testi delimitano l’area del cervello tra il punto Bai Hui (VG20) posto alla sommità del capo, e il punto Feng Fu (VG16) alla base della nuca.

L’esercizio viene indicato in caso di sordità, acufeni, perdita dell’equilibrio, malattie oftalmiche, tonifica il cervello mantenendolo giovane. Il Cervello per la medicina cinese ha un legame sia con il Cuore che con il Rene.

Quando il cervello è in deficit si verificano i segni della mancanza di vitalità da parte del Rene, si avranno rumori all’orecchio, vertigini, gambe deboli e voglia di ricercare la quiete stando distesi, anche gli occhi si mostreranno affaticati. Quando invece ci sarà un eccesso energetico si evidenzieranno i disordini dello Shen del Cuore, manifestando grande forza e potere che porterà alla perdita dei limiti nel comportamento.

L’esercizio può essere praticato sia in piedi che in posizione seduta. E' importante come in tutte le tecniche di qi gong che si mantenga un respiro naturale ed armonioso, un atteggiamento rilassato senza indurre tensione alle spalle portando in avanti i gomiti.

Si posizionano i palmi delle mani sopra le orecchie piegando il padiglione auricolare, con il dito indice ed il medio che toccano l’occipite. L’esercizio prevede il movimento esclusivo del dito indice mentre il resto della mano e delle dita rimarranno ferme. Il dito indice batterà sull’occipite scivolando sul dito medio per trentasei volte. Il rumore portato dal battito delle dita sarà percepito internamente, ricordando il battito cardiaco.

Bibliografia:

"Appunti dalle lezioni di Anna Gatti"; "Fondamenti di Medicina Tradizionale Cinese", ed. Xenia; "Atlante di Agopuntura", ed. Hoepli.

Questo articolo non da consigli medici ne si sostituisce al parere del medico.

Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook Basic Square

Contatti

Daniela De Girolamo

345 3836529

ilventosopraillago@mail.com

  • Facebook App Icon

Disclaimer

Le indicazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto tra professionista della salute e paziente.